Sport e Alimentazione.

Valutazione della composizione corporea dell’atleta e dello stato nutrizionale dell’atleta, sia amatoriale che agonistico

Tramite la conoscenza approfondita della composizione corporea (idratazione, massa magra e grassa, massa cellulare) tramite impedenziometria (BIA) è possibile modificare quei valori che non permettono all’atleta di raggiungere il massimo rendimento sportivo.

E proprio l’alimentazione, insieme all’allenamento, rappresenta una componente irrinunciabile per l’ottenimento di una performance ottimale, non solo fisica ma anche mentale.

Il piano alimentare studiato sulla tipologia di sport.

A tale scopo verrà predisposto un piano alimentare in relazione alla tipologia di sport praticato, all’intensità degli allenamenti ed in vista della preparazione di competizioni.

Il piano alimentare sarà differenziale per le fasi di allenamento, pre-gara (razione precompetitiva), gara (razione percompetitiva), ed altrettanto importante l’alimentazione al termine dell’attività sportiva per reintegrare riserve perse durante la pratica sportiva.

La dieta per lo sportivo:

La dieta dello sportivo comprenderà l’adeguato apporto idro-salino (gli atleti sono soggetti frequentemente a disidratazione o iponatriemia), lo scarico ed il carico di glicogeno, il tutto mediante alimenti adeguati all’intensità dello sforzo muscolare.

E’ possibile scoprire alternative per ripristinare tale equilibrio.